Le mie nuove scarpe, belle, bellissime e non crudeli

Non pensavo potessero piacermi delle scarpe vegane.  Consideravo già un sacrificio etico non comprare scarpe in cavallino di un ricercato brand americano. Eppure è successo, domenica scorsa quando mi stavo aggirando tra gli stand di “So Critical So Fashion“,  l’evento di moda critica e etica che si è chiuso proprio domenica scorsa a Milano.

Accompagnavo le professionali super giornaliste/shopper di Vegfashion. Ero tra il divertito e l’annoiato mentre  le ragazze si aggiravano tra gli stand.  E’ stato interessante raccogliere le storie di giovani imprenditori e imprenditrici, ognuno con il proprio sogno in parte realizzato, ognuno con le proprie passioni e tutti con un cambiamento di vita alle spalle, come una conversione.

E proprio mentre facevo queste elucubrazioni e cercavo di ricavare  delle considerazioni generali, ad esempio sull’imprenditorialità delle donne venete, insomma mentre ero immerso nei miei pensieri, siamo giunti allo stand di OpificioV.  Ascoltavo la storia di Paola Caracciolo, fondatrice testarda e entusiasta dell’azienda di scarpe cruelty-free, e mi guardavo in giro sempre più interessato a quelle scarpe da uomo semplici, dalla linea pulita e che -già a vista d’occhio- dimostravano un’ottima qualità e una estrema cura nella fattura.

Ho provato diversi modelli e diversi colori e ho subito deciso di comprarne un paio, sono rimasto solo incerto su quale comprare per prime. Ho alzato gli occhi alla fine e ho incontrato lo sguardo della mia amica, solitamente severo giudice della mia supposta eleganza. “Le marroni” mi ha detto piano e così è stato.

Ho comprato le V9. Sono delle polacchine che hanno classe, marroni con lacci chiari che richiamano il chiaro della suola e delle cuciture. La fodera colorata a disegni cachemire dà loro un tocco vezzoso.

Opificio V - Modello V9

Opificio V – Modello V9

E’ stato piacevole parlare  con Paola e scoprire che tutte le scarpe di Opificio V sono prodotte a mano con materiali ricercati e tutti ecologici oltre a essere cruelty-free. Ma soprattutto sono belle, comode e eleganti.

Sono felice di averle comprate. Le indosso vantandomi come un bambino, ancora più felice perché ho rinunciato solo alla crudeltà non alla qualità e alla bellezza.

E’ stato poi emozionante scoprire gli intrecci di conoscenze e amicizie comuni tra me e Paola e ancora di più sapere che il negozio online di OpificioV è stato realizzato da  Francis, mio amico che era un ragazzino quando io e il padre facevamo le prime cose italiane sul web. Tanti anni fa.

Il consiglio è quello di fare una visita al negozio e  verrete rapiti dalla bellezza delle scarpe da uomo e da donna. Provate un acquisto utilizzando il codice sconto che hanno riservato alle lettrici e lettori di VegFashion (20% al primo acquisto valido fino al 31/3/2014). La spedizione è gratuita.

Ci penso, sì piacerebbero anche al padre di Francis. Si anche al carissimo spiritosissimo gentiluomo inglese, che tanto mi manca.

Opificio V - modello V9 - particolare

Opificio V – modello V9

Il sito e lo store:  http://www.opificiov.com/

Codice sconto 20% primo acquisto:  vgfsh09130314

Author: NumeroSei

Share This Post On

1 Comment

  1. Le scarpe sono fantastiche… Ed e vero che a vedere le scarpe vegane al solito nn mi fa molto piacere :/ … Ma queste sn stupende e super eleganti.

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *