La rubrica della VegMummy….

…ti sento piccola, sfiorare con i piedini il mio cuore,
acqua, natura, colori e vita ti darò …
perché tu possa diventare la creatura che potrà guardare negli occhi gli altri viventi come fratelli e sorelle
…in un girotondo di amore che ogni giorno, mentre ti ascolto, tu mi insegni…

Care compagne di viaggio!
Non c’è dubbio, Vegetariano è meglio: è più sano e più etico, per “chi non si mangia”; per gli animali che si risparmiano; per “chi mangia”: niente tossine della carne, chimiche o create dal terrore della macellazione; per “chi non mangia”: ormai sono frequenti gli studi economici che promuovono la dieta vegetariana come soluzione alla fame nel mondo.
Insomma ogni slancio etico verso gli altri, ogni sentimento di amore per madre terra, ogni percorso di crescita personale verso una più profonda consapevolezza dell’esistenza, non può che soffermarsi profondamente sulla scelta vegetariana-vegan, o per lo meno contemplarla.
Arriva poi un momento nella vita di una donna in cui ciò che si ingerisce diventa importante per due: mai come nella gravidanza abbiamo l’occasione di meditare profondamente sulla nostra alimentazione, il nostro atteggiamento verso il mondo, la nostra energia.

lasagne vegan!

lasagne vegan!

Le stesse diete tradizionali sconsigliano di consumare carni e prodotti animali in questo periodo delicato, figuriamoci se si è già vegetariane o vegane: nutrirsi diviene un vero e proprio rituale di amore cosmico. Fin dal buio della pancia il bambino/a si nutrirà di alimenti sani, privi di violenza, possibilmente biologici e avrà già un imprinting di reciprocità e di amore verso ogni altra creatura vivente, che incontrerà una volta nato/a, e non l’avvio ad una relazione verticale “essere=umano e bestia=cibo”.
Certo il cucciolo umano dovrà poi essere attentamente seguito nella crescita fisica e psicologica. Dopo il latte materno conoscerà a poco a poco gli alimenti vegetali e animali, ma senza ricorrere necessariamente a carne o pesce (“animali morti per il nostro piatto”); quest’ultimi potranno essere legittimamente “provati” in un età più avanzata, per motivi di curiosità, o motivi sociali. Ma se la mamma avrà fatto un “buon lavoro” fin dall’inizio con molta probabilità il/la bambino/a-ragazzino/a intraprenderà individualmente un percorso verso la dieta vegetariana o vegana, perché “si può”, perché “è giusto”.

In questa rubrica potremo condividere ricette, suggerimenti e curiosità riguardo la veg maternità prima e dopo il parto, link di siti vegetariani e vegani, storie di donne, bambini e altri animali.

Grace Spinazzi

Author: VegFashion

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *